logo header alta
blog

I contenuti conversazionali

Come scrivere copy di successo

 
conversazioni

I materiali online spesso presentano strutture complesse e linguaggio sofisticato. Ma è davvero necessario utilizzare un linguaggio così formale per creare articoli di successo? La risposta è chiaramente negativa.

Una scrittura chiara e semplice, o meglio ancora, “asciutta” come si direbbe in modo più colloquiale, rappresenta sicuramente la scelta migliore per redigere contenuti che catturino l’attenzione del lettore, lo coinvolgano e lo guidino piacevolmente fino alla fine del testo.

In questo contesto, è opportuno discutere dei contenuti conversazionali, ovvero testi che stabiliscono una vera e propria interazione con il lettore, un dialogo che sia in grado di anticipare eventuali dubbi che potrebbero sorgere durante la lettura.

Una scrittura che non solo catturi l’attenzione, ma che anche stimoli il pubblico a riflessioni continue, creando un flusso costante di domande e risposte che tenga il lettore legato alla pagina, lontano da possibili distrazioni o interruzioni.

 

LE 4 REGOLE DI GRICE:

Alla base della scrittura conversazionale, possiamo individuare quattro principi dettagliati da Herbert Paul Grice, filosofo inglese vissuto nella prima metà del XX secolo. Queste regole sono fondamentali da tenere sempre presenti per creare, prima ancora di contenuti conversazionali, materiale di valore:

  • Principio della qualità: Può sembrare scontato, ma fornire informazioni veritiere e affidabili ai lettori costituisce senza dubbio le fondamenta per un testo di successo. Pertanto, è di primaria importanza scrivere su argomenti di cui si possiedono prove e conoscenze concrete;
  • Principio della quantità: Fornire un equilibrato numero di informazioni che non sovraccarichi il lettore è assolutamente essenziale per un discorso appagante e coinvolgente;
  • Principio del modo: Utilizzare un linguaggio il più chiaro possibile è fondamentale per redigere un testo limpido e interessante, che non susciti dubbi;
  • Principio della relazione: Ultimo, ma non meno importante, è il principio della relazione, utile per strutturare un discorso coerente e pertinente all’argomento trattato.

 

Oltre a queste quattro regole che consigliamo di adottare nella redazione di qualsiasi tipo di testo, esistono numerosi altri consigli specifici per la creazione di contenuti conversazionali, essenziali per chiunque scriva online, sia a scopo professionale che ricreativo.

  • Formulare domande coinvolgenti: Iniziare la scrittura di un testo conversazionale implica formulare domande che coinvolgano e stimolino il lettore in modo intelligente. La rilevanza delle domande dirette al lettore è evidente poiché, come sostiene l’esperto David Hoffeld, scatenano un processo inarrestabile di ricerca di risposte. Si può affermare che le domande catturano l’attenzione del lettore senza offrirgli vie di fuga, e i vantaggi di un testo strutturato in questo modo sono facilmente comprensibili.
  • Utilizzare frasi brevi e vocabolario semplice: Il secondo elemento distintivo dei testi conversazionali è l’adozione di frasi brevi e incisive. Le frasi corte sono immediate, veloci ed efficaci, mentre frasi più lunghe richiedono maggiore attenzione e possono generare distrazioni. È cruciale optare per frasi brevi e periodi poco complessi, semplificando il linguaggio con l’uso di parole chiare che non richiedono decodifiche o ulteriori ricerche.
  • Flessibilità rispetto alle regole grammaticali (se possibile): Va sottolineato fin dall’inizio: la correttezza grammaticale è essenziale, e non rispettare le regole potrebbe compromettere la qualità di qualsiasi testo. Quindi, in cosa consiste il suggerimento? Il rispetto rigoroso di tutte le regole grammaticali può portare alla redazione di periodi complessi e prolissi, aumentando il rischio che il lettore si allontani. In nome della chiarezza, infrangere occasionalmente alcune regole grammaticali diventa essenziale, specialmente quando si cerca una maggiore vicinanza al pubblico.
  • Adottare il tono informale: La scelta del tono è fondamentale per creare un contenuto che si distingua. Per i testi conversazionali, la scelta migliore è spesso quella di utilizzare la seconda persona, creando così un rapporto più diretto con l’interlocutore, soprattutto se il pronome “tu” viene ripetuto all’interno di ogni periodo.

 

I contenuti conversazionali, quindi, possono fare la differenza nel successo di un testo, offrendo un impulso aggiuntivo a contenuti altrimenti nell’ombra o dispersi nel vasto mondo online. Pertanto, perché non sfruttarne appieno i vantaggi?