logo header alta
blog

4 Macro Trend del Digital

Ecco 4 macro trend del digital marketing per il 2024

 
marketing digitale

Con l’arrivo del nuovo anno, quattro principali tendenze del marketing digitale richiedono di essere integrate nella strategia del vostro brand:

  • Sfruttare l’intelligenza artificiale per potenziare il marketing.
  • Implementare strategie di Content Marketing personalizzato.
  • Approfittare del predominio dei video brevi.
  • Valorizzare l’importanza della privacy nel contesto del marketing.


LA POTENZA DELL’AI AL SERVIZIO DEL MARKETING:

Non è un segreto che le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale abbiano rivoluzionato praticamente tutti i settori industriali.

La rapida crescita delle capacità nell’arco di un solo anno ha generato molta eccitazione e preoccupazione nel mondo del marketing digitale.

La paura che l’IA possa sostituire il lavoro umano, insieme all’entusiasmo per l’efficienza e la creatività, ha caratterizzato un costante dibattito. Come per ogni altra tecnologia innovativa, ci sono vantaggi da considerare, ma è necessario procedere con cautela.

L’utilizzo dell’IA per analizzare in modo efficiente una vasta quantità di dati provenienti da diversi flussi consentirà di ottimizzare e prevedere in modo più intelligente le campagne digitali. Piattaforme come ChatGPT contribuiranno ad aumentare l’efficienza in settori come la creazione di contenuti, la segmentazione del pubblico e la personalizzazione dei contenuti.

Tuttavia, l’IA presenta i suoi difetti, proprio come noi. Il principale svantaggio è che le tecnologie e gli algoritmi basati sull’IA non sono sempre accurati, ed è qui che entra in gioco la supervisione umana.

È essenziale esaminare attentamente e adattare ciò che ci offre l’IA.

Indipendentemente dal nostro grado di entusiasmo nell’abbracciare questa tecnologia, essa diventerà sempre più diffusa. Pertanto, è preferibile cercare di mantenerci al passo e non restare indietro.


IL CONTENT MARKETING PERSONALIZZATO:

Con l’avanzare dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico, anche i contenuti devono evolversi di conseguenza.

La semplice segmentazione di base del pubblico non sarà più sufficiente. La creazione di contenuti altamente personalizzati diventerà il modo più efficace per raggiungere clienti e utenti specifici.

Secondo uno studio del 2021 condotto da McKinsey & Company, il 71% dei consumatori si aspetta interazioni personalizzate dalle aziende.

Attraverso l’uso di strumenti di machine learning e intelligenza artificiale per analizzare enormi quantità di dati, è possibile creare profili dettagliati dei consumatori che facilitano la produzione di contenuti personalizzati.

Aziende come Amazon e Netflix lo dimostrano analizzando la cronologia degli acquisti e delle visualizzazioni per fornire raccomandazioni personalizzate.

Tuttavia, non è necessario essere grandi aziende per creare contenuti personalizzati in modo efficace. I consumatori sono sempre più consapevoli delle strategie di marketing mirato e spesso scelgono di limitare il tracciamento delle proprie attività online.

Ciò rende i contenuti personalizzati ancora più cruciali.

Con il continuo sviluppo delle tecnologie di intelligenza artificiale che forniscono sempre più dati, è importante considerare come sfruttarli al meglio per personalizzare il marketing dei contenuti.


SHORT VIDEO CONTENT:

Con l’incessante popolarità di YouTube Shorts, TikTok e Instagram Reels, i video di breve durata manterranno la loro rilevanza nella strategia dei contenuti nel 2024.

Questi video brevi consentono ai brand di realizzare contenuti incisivi e coinvolgenti, capaci di catturare l’attenzione degli utenti.

Attraverso queste brevi clip, è possibile narrare storie accattivanti, presentare prodotti e sottolineare il messaggio del marchio in modo diretto e efficace.

I video possono essere preziosi per le aziende in vari modi, come aumentare la consapevolezza del marchio, generare traffico e, infine, stimolare le conversioni.

Un’altra risorsa potente dei contenuti video è rappresentata dall’utilizzo dei contenuti generati dagli utenti (UGC).

La bellezza degli UGC è che possono derivare da diverse fasi del funnel, coinvolgendo clienti dalla prima adozione, fedelissimi del brand, dipendenti e influencer.

Quando si creano brevi video per i canali social del brand, è importante considerare modi per coinvolgere coloro che già contribuiscono con contenuti sul marchio (o condividono materiale rilevante per il settore e le offerte dell’azienda).


PRIVACY-CENTRIC MARKETING:

Poiché aziende come Apple continuano a implementare misure più rigorose sulla privacy dei propri utenti, le strategie di marketing devono adeguarsi di conseguenza.

Inoltre, l’avvento delle tecnologie AI sta contribuendo a creare un ecosistema più rigido per quanto riguarda la privacy dei dati.

Secondo uno studio condotto da Insider Intelligence – eMarketer, quasi due terzi (65,8%) dei consumatori statunitensi ritengono che un’azienda trasparente sulle modalità di utilizzo dei dati personali contribuirebbe a guadagnare la loro fiducia.

Questa consapevolezza è in aumento quando le persone interagiscono con i contenuti di un’azienda.

Le tecnologie avanzate di crittografia e la fine dei cookie di terze parti rappresentano solo due esempi di ostacoli ai quali i marketer dovranno adattarsi nel 2024.

Esistono diverse strategie che possono essere adottate per creare trasparenza con gli utenti. Una di queste è l’implementazione di procedure di consenso e opt-in che informino gli utenti sui dati che verranno raccolti e su come saranno utilizzati.

Inoltre, dare priorità ai dati di prima parte, provenienti direttamente dal sito web dell’azienda, è un ottimo punto di partenza. Questo diventerà particolarmente importante con il graduale abbandono dei cookie di terze parti.